» SANDBOX » Prove veloci » [ESERCITAZIONE] Discussione #202 i330: Documento politico dei Cani Sciolti

i330: Documento politico dei Cani Sciolti



1 No

Rifiutata (4)

0Si0%Si
0Astensione0%Astensione
1No100%No

Questa dovrebbe essere la proprosta max 4000 battute
======
Chi siamo
Siamo quelli che hanno aderito da subito a Potere al Popolo perché non ne potevano più della politica di testimonianza fatta dai partiti.
I partiti azienda, i partiti-persona, i partiti chiesa o i partiti caserma.
I partiti vendono una facile scorciatoia in cambio di un voto, una illusione che dura il tempo di una campagna elettorale.
Siamo quelli che per anni non hanno votato e che vogliono tornare a votare senza turarsi il naso, ma soprattutto siamo quelli che vogliono cambiare questo paese per viverci meglio, senza delegare questo compito a nessuno. Visto che nessuno lo ha fatto finora al posto nostro, questo paese allo sbando ce lo cambiamo da soli, partendo dal basso, con chi ci vuole stare.
Non vogliamo accettare la politica dei due tempi, quello in cui si fanno i compromessi e si va al potere e poi quello in cui si dovrebbe ( perché guarda caso non succede mai) attuare quello che si era detto prima.
No, le cose vanno cambiate subito, dentro di noi e fra di noi. La rivoluzione bisogna avercela dentro e riconoscerla fra i compagni di percorso, chi si mette in mostra per farsi seguire non ci rappresenta.
I canisciolti obbediscono solo alla voce del branco, quella che nasce e si forma nel branco, dove si ascolta la parola di tutti e poi si decide insieme.
Chi pensa di sapere cosa è giusto fare e lo da per scontato, non ci rappresenta.
Chi si ritiene migliore di noi, anche se perché si ritiene più rivoluzionario, non ci rappresenta. Noi siamo cani sciolti, ci riconosciamo dalla puzza di libertà che fa paura a tanti e ci rappresentiamo da soli.

Cosa vogliamo
Che Potere al Popolo non diventi un partito, nel senso comune del termine, con una struttura burocratizzata, una struttura ad albero per delegati. E allora cosa potrebbe essere?
Un programma minimo, di lotta, che unisca molteplici soggetti, non un dettagliato programma di governo che tanto non possiamo attuare.
Degli strumenti di comunicazione accessibili e praticati che garantiscano la trasparenza delle attività svolte dai gruppi locali e dai singoli.
Ripensare la militanza verso forme più flessibili e attuali per valorizzare le intelligenze collettive. Esplorare forme aggiornate di comunicazione e lotta politica che non si fermino alla testimonianza e alla ritualità.
Momenti di formazione e socializzazione dei saperi per consolidare l'analisi dell'esistente e la sua interpretazione. Una scuola politica interna rivolta soprattutto ai giovani, che non miri alla formazione ad un pensiero ortodosso ma che faciliti la crescita politica stimolando alla ricerca e allo studio, fornendo opportunità e valorizzando i risultati.
 

Perché
Non ci interessa riconoscerci nell'altro, siamo individualisti. Le masse sono morte con il'900, ora ci sono moltitudini di individui. Noi siamo già adeguati. Vogliamo che Potere al popolo riesca ad interpretare la condizione anche psicologica delle classi subalterne.

Cosa poponiamo
Costruire Potere al Popolo In modo leggero con strutture di coordinamento flessibili e di scopo, utilizzando la piattaforma informatica LQFB per socializzare le proposte e valutarne il livello di condivisione fra tutti gli aderenti. Assemblee territoriali e di ambito più ampio gestite con metodi partecipativi di facilitazione, con gruppi di discussione non più numerosi dei 30 elementi.
Superare l'aspetto rituale di rivoluzione cristallizzata che identifica i gruppi chiusi portatori di una ideologia. Quello che fa di un piccolo partito una setta. Quindi amplificare gli aspetti plurali, inclusivi, poco ideologici e valorizzare le differenze. Superare l'identitarismo per aggregare le masse popolari attorno a poche rivendicazioni condivise al massimo.
Scegliere in modo partecipato i pochi punti del programma tra quelli su cui c'è più accordo. Non avere la pretesa di avere una posizione su tutto. Quando Saremo vicini a conquistare il governo scriveremo il programma di governo.

Emendamenti proposti (1)

scritti e valutati dai sostenitori di questa Iniziativa per migliorare la proposta e le sue motivazioni

emendamento di prova di Eolo (Gianni)

Valutazione complessiva: 
| implementato: 

Questo dovrebbe essere un titolo
=======================
 

e questo un sottottitolo
-----------------------------
 

Markdown <https://sourceforge.net/p/lqfbvm/discussion/markdown_syntax>

dettaglio valutazioniLeggi tuttoRiduci